Il cordone ombelicale

Il cordone ombelicale assicura nutrimento e ossigeno al bambino da quando è in utero fino al momento della nascita. Dopo il parto, il sangue in esso contenuto può essere raccolto e può salvare la vita di un’altra persona, molto spesso proprio di un altro bambino.

Nel cordone sono presenti le cellule staminali, che rappresentano una speranza di cura per molte gravissime malattie come leucemie e tumori. Queste cellule possono rappresentare una scelta terapeutica efficace, anche più di quelle del midollo osseo, soprattutto in ambito pediatrico. Infatti la donazione di midollo osseo ha bisogno di tempo, perché esso non viene conservato in apposite banche ma richiesto al donatore al momento del bisogno; invece il sangue del cordone ombelicale, una volta raccolto alla nascita, viene conservato per circa 15 anni. In questo modo risulta subito disponibile in caso di compatibilità genetica, per qualsiasi persona ne abbia necessità e in qualsiasi luogo del mondo.

guarda la campagna stampaLa raccolta delle cellule staminali presenti nel cordone ombelicale avviene senza nessun rischio per la madre e per il bambino ed è assolutamente indolore. Se non viene raccolto, il sangue cordonale finisce tra i rifiuti e con esso vi finisce anche la possibilità di salvare una vita.

altre informazioni: ADISCO www.adisco.it